Grandi notizie in arrivo dall’Inghilterra: dal Royal Hospital di Salford fanno sapere che Sir Alex Ferguson è uscito dal coma e non è in terapia intensiva dopo l’intervento chirurgico di sabato scorso. L’ex allenatore del Manchester United, a 76 anni, è stato colpito da un’emorragia cerebrale che aveva reso indispensabile l’operazione.

Non solo il risveglio, ma anche il decorso operatorio regala ottime notizie: Ferguson è sembrato subito tornare alla normalità, tanto che i dettagli rivelati in esclusiva dal Sun sono per certi versi anche divertenti. Tra le prime domande che ha fatto ai suoi cari è arrivata quella sul risultato del Doncaster, club che milita in seconda divisione inglese e allenato da suo figlio Darren (per inciso, ha perso 1-0 col Wigan).

Ferguson ha poi subito mostrato la solita ironia, chiedendo: “So che ora non posso andare a Wembley per la finale di Fa Cup, ma potrò andare almeno a Kiev per quella di Champions League?”.

Insomma, lo spirito è quello giusto e anche Jose Mourinho, attuale tecnico del Man U, ha fatto capire che la situazione è nettamente migliorata: “Sapete tutti che la sua famiglia ha chiesto la privacy ma siamo fiduciosi. Molto, molto fiduciosi”. Speriamo di rivedere presto Sir Alex sulle tribune dell’Old Trafford…