Nel giorno stesso della riapertura, per certi versi inaspettata, del c.t. Sampaoli, arriva un’altra batosta per Paulo Dybala in ottica nazionale. Stavolta è addirittura Leo Messi a chiudere le porte dell’Argentina alla stella della Juventus.


Sampaoli aveva precisato: “Per l’80% la lista dei convocati per la Russia è fatta. Ma non vuol dire che i giocatori non convocati di recente non saranno presi in considerazione. Dybala è sempre nella mia testa, certo è che c’è rammarico per non essere riusciti a provare Messi, Higuain, Di Maria e Aguero insieme”.

La clamorosa bocciatura per Dybala è poi arrivata da Messi, anch’egli intervenuto nella conferenza stampa alla vigilia dell’amichevole contro la Spagna: “Ho parlato già con Paulo, ha avuto ragione quando ha detto che è complicato giocare insieme. Entrambi occupiamo gli stessi spazi in campo, nella Juventus gioca come me al Barça: a destra ci troviamo bene perché possiamo poi andare verso il centro avendo tutto il campo a disposizione. A sinistra è più difficile per noi, dovrebbe adattarsi in un ruolo non semplice; anche io mi muovo molto poco in quella zona di campo. In ogni modo ho capito quello che intendeva dire Paulo e non c’era molto da chiarire tra noi due”.