Alla vigilia della sfida con l’Italia, Jorge Sampaoli ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni che hanno toccato da vicino anche due stelle del nostro campionato. Il c.t. dell’Argentina ha parlato in modo diretto e chiaro sia di Paulo Dybala che di Mauro Icardi, entrambi non convocati per le due amichevoli di marzo che probabilmente serviranno a delineare un quadro più chiaro per i convocati al Mondiale in Russia.

Su Dybala il giudizio è stato tranciante: “Paulo o non l’abbiamo saputo sfruttare al meglio o lui non si è adattato alla nostra idea di calcio. Pensavamo che Dybala fosse un giocatore top, ed è per questo che l’ho sempre convocato. Stavolta è giusto valutare anche altri nomi”.

Sampaoli fa un discorso tutto sommato simile per Icardi: “Col passare del tempo abbiamo capito che c’era una grossa differenza tra quanto lui riesce a fare con l’Inter e il suo rendimento in Nazionale. Paga una relazione calcistica non sbocciata coi suoi compagni, eppure era lui il prescelto. Il tempo per adattarsi in Nazionale è pochissimo, per forza di cosa non possiamo permetterci di aspettare nessuno, dobbiamo forzare un po’ la situazione”.

La chiusura è per Higuain: “Sono certo che dimostrerà al Mondiale quello che è: uno dei più forti centravanti al mondo”.