C’è delusione in casa Milan dopo l’eliminazione in Europa League per mano dell’Arsenal. Il 5-1 complessivo non lascia spazio a troppe recriminazioni, comprese quelle arbitrali, ma la sensazione è che sia stata la gara di San Siro, totalmente sbagliata, ad aver condizionato l’eliminatoria.

Gattuso ne è consapevole in conferenza stampa, nel post-partita: “La qualificazione è stata compromessa all’andata, stasera serviva la prestazione. E posso dire che sono orgoglioso dei miei giocatori. Siamo una squadra giovane, con poca esperienza a questi livelli, e abbiamo incontrato un avversario forte, abituato a giocare questo genere di partite. Eppure a livello di personalità i miei mi sono piaciuti, abbiamo anche saputo soffrire quando c’era da soffrire. Mi sono arrabbiato quando dopo il 2-1 siamo usciti dalla partita, ma il percorso intrapreso è quello giusto. Siamo in finale di Coppa Italia, in campionato mancano 11 partite…”.

Il tecnico rossonero non poteva non commentare la papera di Donnarumma sul 2-1: “Gli errori capitano a tutti: si sbagliano i rigori, sbagliano gli arbitri come stasera e si sbagliano le parate. Lui sta attraversando un momento particolare, da parte mia dico che non parlerò più di Reina, l’altro giorno è stata l’ultima volta. Deve restare tranquillo ha bisogna di fiducia ed affetto e io glieli darò”.