E’ ormai questione di poche ore il passaggio di Alexis Sanchez al Manchester United. Il cileno, che sembrava ad un passo dal City, alla fine dovrebbe passare ai “red devils”: Mourinho gli garantirà uno stipendio faraonico da circa 16 milioni di euro netti a stagione, fino al 2022.


La trattativa è stata confermata direttamente da Arsene Wenger. Il tecnico dell’Arsenal ha anche parlato della possibile contropartita tecnica, Mkhitaryan: “Non ho molto da aggiungere, voi della stampa avete sviluppato particolarmente bene tutta la vicenda. Le prossime ore potrebbero essere decisive, se così non fosse sabato sarà regolarmente in campo. Mkhitaryan nell’affare? Così pare…In ogni modo se la trattativa andrà in porto è perché mi piace molto come calciatore, già dai tempi di Dortmund quando lo affrontammo in un paio di occasioni”.

Wenger non si è tirato indietro neppure su Aubameyang, da molti indicato come il sostituto di Sanchez: “Meglio parlare quando le trattative si chiudono, ora non è il caso. Sarebbe comunque il benvenuto. Ha un brutto carattere? Se in carriera ha fatto buone cose significa allora che è stato sfruttato nel modo giusto…”. Il ds del Borussia Dortmund, Zorc, non ha gradito: “Non è bello parlare dei giocatori di altre squadre, noi non abbiamo avuto alcun contatto con l’Arsenal per la cessione di Aubameyang”.