Joao Miranda ha oggi rilasciato un’interessante intervista ai microfoni di Desimpedidos. Il centrale dell’Inter ha risposto a diverse domande riguardanti il suo futuro, non nascondendo alcuni suoi desideri ma restando comunque realista e ben concentrato sulla sua attuale squadra. “Il Sao Paulo? Non ho mai nascosto che ho nostalgia di quella maglia e che un giorno mi piacerebbe giocare lì di nuovo. Al tempo stesso, però, c’è da dire che è davvero complicato ritornare in Brasile anche se nel calcio d’oggi può succedere davvero di tutto. In ogni modo lo ribadisco: un giorno tornerò al Sao Paulo, in qualsiasi veste anche solo da tifoso o in un modo per aiutare il club”.

Miranda, che è protagonista di uno splendido inizio di stagione in coppia con la rivelazione Skriniar, è un punto fermo dell’Inter ed ha chiarito quali siano le sue priorità al momento: “Nonostante tutto oggi sono Joao Miranda e sono un calciatore dell’Inter. Penso che chiuderò la carriera in Europa, oggi sono concentrato su quest’avventura”. Un pensiero va anche a Diego Simeone, il tecnico che lo ha consacrato ad altissimi livelli con la maglia dell’Atletico Madrid: “Con lui sono cresciuto tatticamente ma soprattutto è aumentata la fiducia nei miei mezzi”.