E’ giunta al termine la missione di Piero Ausilio in Catalogna. Il d.s. dell’Inter ha incontrato il Barcellona e ha imbastito una trattativa ufficiale per Rafinha, talentuoso centrocampista assente però dai campi di gioco da aprile, per un problema al menisco.

I nerazzurri hanno messo sul piatto quello che ad oggi possono offrire: un prestito, fino a giugno (non oneroso come trapelato nei giorni scorsi), con diritto di riscatto. Sembrava dovesse essere questo il principale ostacolo per la chiusura dell’affare, con Ausilio fermo a 20 milioni e il Barcellona che pensava al doppio. Alla fine l’Inter ha offerto un riscatto a 35 milioni, non obbligatorio, ma i blaugrana non hanno fornito una risposta.

E’ anche per questo motivo che nelle ultime ore torna a prendere quota l’ipotesi Ramires. Il brasiliano è ormai diventato un autentico caso: agente e giocatore spingono per l’approdo all’Inter, lo Jiangsu (che appartiene a Suning…) non sembra intenzionato a concedere il giocatore fino a giugno.

E’ inoltre spuntata un’ulteriore pista decisamente interessante anche in chiave futura. Interesserebbe Dani Ceballos, centrocampista che il Real Madrid ha acquistato la scorsa estate dopo che l’ex Betis fu nominato miglior giocatore dell’Europeo Under 21. Zidane lo ha ormai messo ai margini della prima squadra, Ceballos vede pochissimo il campo. Sarebbe un acquisto di grandissima qualità.