Due vecchi pallini di Walter Sabatini potrebbero essere due concrete ipotesi per l’Inter durante la sessione di calciomercato invernale. Parliamo di Mapou Yanga-Mbiwa e Tin Jedvaj.


Entrambi sono stati portati a Roma nelle scorse stagione dall’attuale capo dell’area tecnica dei nerazzurri, entrambi hanno ancora possibilità di esprimersi a grandi livelli. Yanga-Mbiwa, dopo aver lasciato un buon ricordo nella capitale (soprattutto per merito di un gol decisivo in un derby), ha disputato due discrete stagioni al Lione, prima di perdere il posto da titolare quest’anno, a vantaggio di Diakhaby e Marcelo. Il suo contratto è in scadenza nel 2020, l’Inter potrebbe provare ad aprire la trattativa coi francesi sulla base del prestito con diritto di riscatto.

Sei anni in meno sulla carta d’identità per Tin Jedvaj. Il croato arrivò alla Roma nel 2013 carico d’aspettative, dopo un duello di mercato con le milanesi e la Juve. Alla fine in giallorosso è riuscito a collezionare soltanto due presenze, prima che Sabatini fu costretto a venderlo al Bayer Leverkusen per sette milioni di euro (plusvalenza minima considerati i cinque milioni che sborsò per ingaggiarlo). Jedvaj, tra l’altro, è un calciatore particolarmente duttile (e quindi molto gradito a Spalletti) che può disimpegnarsi sia da centrale difensivo che da terzino destro.