Piero Ausilio sta cercando di regalare a Spalletti un grande colpo per la prossima Champions League che l’Inter tornerà a disputare dopo sei stagioni. Lo stesso tecnico toscano ha più volte dichiarato che l’obiettivo numero uno è rinforzare il centrocampo, con un nome di spessore internazionale.

Al di là dei riscatti di Rafinha e Cancelo (possibile il primo, improbabile il secondo), in casa Inter si valutano ora quattro nomi per il centrocampo. Quello più “caldo”, anche perché sembrerebbe che sia stata già recapitata al Tottenham una prima offerta ufficiale, è quello di Moussa Dembelé.

Il belga ha 31 anni ed è in scadenza di contratto nel 2019. E’ per questo motivo che per ora i nerazzurri non sono andati oltre i 10 milioni di euro. Gli “spurs” hanno chiesto 30 milioni di euro, la sensazione è che se ne riparlerà dopo il Mondiale.

Restano comunque vive le ipotesi che portano a due centrocampisti della Roma. Nainggolan resta il sogno “proibito” di Spalletti (in quel caso per Rafinha non sarebbe esercitato il diritto di riscatto), Strootman è più accessibile anche per via della clausola rescissoria che l’Inter, però, ritiene ancora troppo alta (45 milioni). Senza contare la pista che porterebbe ad Arturo Vidal: già nel 2017 il cileno era stato accostato all’Inter, è ancora l’ingaggio – per il momento – a frenare la trattativa. Ma le vie del mercato sono infinite…