A margine della presentazione del libro “Moratti-Inter”, scritto da Italo Cucci, c’è stata occasione di sentire dichiarazioni di Walter Sabatini e Luciano Spalletti, capo dell’area tecnica e allenatore dei nerazzurri.

L’ex d.s. della Roma ha confermato – anche se in modo indiretto – una voce che circola da tempo: Joao Mario in partenza? In questo momento ha un disagio, come tutti i giocatori nel giro delle proprie nazionali vuole giocare di più in vista del Mondiale. Non vorremmo perderlo, è un giocatore importante e Spalletti proverà a parlare con lui, vedremo cosa accadrà. In ogni modo noi abbiamo intenzione di tenerlo, poi vedremo cosa offre il mercato”. Il riferimento è ovviamente allo scambio tanto chiacchierato col PSG, con Pastore che potrebbe così tornare in Italia.

Sabatini ha lasciato in sospeso anche i discorsi relativi a Ramires e Teixeira, attualmente allo Jiangsu Suning, mentre Spalletti ha replicato a chi gli chiedeva qualche parere su Blind e Emerson Palmieri, due terzini sinistri: “Non credo che la Roma venderà Palmieri, in ogni caso io ho Nagatomo, Santon e Dalbert con quest’ultimo che deve imparare ancora molto. Senza dimenticare che tra i terzini c’è anche Cancelo che è un giocatore meraviglioso. Joao Mario? Non mi ha mai detto di voler andar via”.