Sarà molto probabilmente, sempre se ci sarà, un calciomercato invernale low-cost per il Milan. Il club rossonero deve fare i conti coi postumi di un’estate travolgente per quanto riguarda la campagna acquisti e non può oltrepassare alcuni limiti imposti anche dal fair play finanziario.


Così, dopo le idee Donati e Ogbonna per la difesa, c’è un altro italiano che milita all’estero a stuzzicare l’interesse di Mirabelli e Fassone. Parliamo di Stefano Okaka, 28enne centravanti del Watford che sotto la gestione Conte ha anche collezionato 4 presenze in nazionale.

Okaka è ai margini della prima squadra: nonostante il buon impatto avuto nella scorsa stagione (4 gol in 19 partite) e la rete siglata al Liverpool a inizio di questa Premier League, il 28enne è quasi sempre fuori dalla lista dei convocati. Il motivo, più che tecnico, è legato probabilmente alle difficoltà poste in estate quando il club poteva cederlo a cifre ritenute soddisfacenti (20 milioni di euro la valutazione). Okaka, invece, si è impuntato aspettando una chiamata, mai giunta, da Siviglia o Olympique Marsiglia. I francesi, però, potrebbero rifarsi sotto a gennaio e potrebbero rappresentare l’unico ostacolo ad un trasferimento al Milan.