Il Milan, in attesa della sentenza UEFA che, oltre al blocco del mercato potrebbe portare ad una clamorosa esclusione dalle coppe europee, continua a lavorare per provare a rinforzare la squadra nella prossima stagione.

Il d.s. Mirabelli è in questo momento rivolto al ruolo di centravanti: Kalinic e Andre Silva hanno deluso, almeno uno dei due potrebbe essere già ceduto dopo appena un anno in rossonero, Cutrone ha parzialmente salvato il reparto offensivo. E, intanto, torna Bacca dal prestito al Villarreal.

Il colombiano, però, non ne vuole sapere di restare in Italia: “Sono felice in Spagna, nella Liga, ho un contratto di due anni col Milan ma spero che i club possano trovare un accordo”. Il Villarreal proverà ad abbassare i 15 milioni fissati 12 mesi fa per il riscatto, la sensazione è che si troverà presto una soluzione.

A Milanello si sta allenando proprio la Colombia in vista del Mondiale in Russia e potrebbe esserci una staffetta tra Bacca e Falcao. Il centravanti del Monaco, 32 anni, ha aperto ad un futuro al Milan. Al di là dei circa 20 milioni che i monegaschi chiedono per il cartellino, il problema è al momento l’ingaggio. I buoni rapporti del club rossonero con Mendes, procuratore del “Tigre”, potrebbero portare ad un ingaggio spalmato su più anni per sbloccare l’operazione.