Edin Dzeko resterà alla Roma: è questo l’epilogo di una clamorosa trattativa col Chelsea la cui chiusura, solo qualche giorno fa, sembrava solo da ratificare. Lo aveva lasciato intendere domenica sera, dopo la partita – persa – con la Sampdoria, l’a.d. del club giallorosso, Umberto Gandini: “Nelle trattative non intervengono soltanto due soggetti, ovvero le due società, ma anche con altre parti. Bisogna essere d’accordo in tre, in alcune situazioni anche in quattro”.

Il riferimento, neppure troppo velato, era sì per le richieste di Dzeko ritenute troppo esose dal club londinese (il centravanti, 32 anni, pretendeva circa 7 milioni di euro netti a stagione per 3 anni e mezzo), ma anche per un’eventuale commissione ricercata dal suo agente, Irfan Redzepagic. Alla fine l’affare dovrebbe quindi saltare, a meno di ulteriori ribaltoni nelle ultime ore di calciomercato.

Chi invece andrà al Chelsea è il terzino italo-brasiliano Emerson Palmieri. La Roma incassa 20 milioni di euro più sei di bonus (legati a prestazioni individuali e di squadra) per quello che ormai era diventato la riserva di Kolarov, nonostante la scorsa stagione giocata ad alti livelli. Ricco il contratto garantito a Emerson Palmieri: 4.5 milioni di euro netti a stagione, per quattro anni e mezzo. Conte riteneva l’acquisto di un terzino fondamentale per la seconda parte di stagione del suo Chelsea.