Ha fatto infuriare i tifosi della Roma, che si sono subito sfogati sui social, e probabilmente arriverà una forte reazione anche da parte del club: l’intervista di Patrick Schick al periodico ceco Reporter non poteva passare inosservata e così non è stato.

L’ex attaccante della Sampdoria non ha usato troppi giri di parole quando si è discusso della scorsa, movimentatissima, estate e delle sue ambizioni future. Partiamo proprio da quest’ultimo punto: “Tra qualche anno spero di trasferirmi in un club ancora migliore della Roma e guadagnare ancora di più. E’ sempre stata questa la mia ambizione da calciatore. So che però è difficile, si può dire che la scelta si limita a 2-3 squadre: Real Madrid, Manchester United, Barcellona…”. Schick probabilmente è stato interpretato male (lui stesso ha dato la colpa ad una traduzione troppo approssimativa, pur senza smentire il contenuto), ma il senso resta comunque questo.

A proposito poi delle vicende estive, Schick non si nasconde: “Volevo giocare nella Juve, mi sentivo già un giocatore bianconero. Ma poi alla Juve non importava più di me. Ferrero mi disse che la clausola da 25 milioni scadeva a metà luglio e così mi avrebbe venduto al miglior offerente. E così è stato, coi 40 milioni offerti dalla Roma…”.