Siamo alla stretta finale: Maurizio Sarri a breve dovrebbe essere ufficializzato come nuovo allenatore del Chelsea. Il tecnico toscano ha dato mandato ai suoi agenti, Pellegrini e Ramadani, di chiudere l’accordo a Londra: Sarri guadagnerà sei milioni a stagione per i prossimi quattro anni.

Un investimento importante quello di Roman Abramovich che ha preso in mano la situazione e ha finalmente sciolto le riserve. Certo, ci saranno da risolvere almeno un paio di inghippi prima che Sarri diventi ufficialmente l’allenatore del Chelsea: il primo è legato all’esonero di Conte che ha ancora un altro anno di contratto coi “blues”. Il club londinese dovrebbe scucire attorno agli 11 milioni di euro per cacciare l’ex c.t. della Nazionale.

Anche Sarri, ad oggi, è legato ancora al Napoli contrattualmente. Non è più attiva la clausola da 8 milioni di euro per liberarsi, il Chelsea probabilmente negozierà con De Laurentiis. Alla fine la buonuscita si potrebbe trovare con una somma tra i 4 e i 5 milioni.

In Inghilterra, intanto, già si specula su quelli che potrebbero essere i primi due “desideri” di Sarri: si tratta di Koulibaly, divenuto sotto la sua gestione uno dei tre migliori difensori al mondo, e Higuain, capace di segnare 36 gol in campionato nell’anno in cui fu guidato dall’ormai ex Napoli.