Dopo sei vittorie di fila in trasferta in questo inizio di campionato, alla fine il Napoli deve rallentare la sua corsa anche lontano dal San Paolo: a Verona, contro il Chievo, finisce 0-0. Partita senza particolari sussulti per la capolista che, come ampiamente prevedibile, ha risentito sia delle fatiche di coppa che dell’infortunio di Ghoulam. L’algerino resterà fuori praticamente per tutta la stagione, Sarri ha davvero poco tempo per mettere a punto gli automatismi sulla sinistra.


Il tecnico toscano ha preferito non rischiare Reina e ha lanciato al suo posto Sepe, ha scelto Rui per Ghoulam (prova onesta del portoghese) e Zielinski per Allan. Le occasioni per gli ospiti, al solito padroni del campo durante tutti i 90 minuti, si contano sulle dita di una mano. Le più nitide sono capitate sui piedi di un impreciso Callejon (diagonale fuori di poco da buona posizione al 23′) e a Insigne (bel tiro a giro al 90′, bravo Sorrentino).

Nemmeno i cambi hanno dato la scossa alla capolista (Ounas e Maggio per Callejon e Rui), penalizzati anche dalla pessima giornata di Mertens, mai in partita. Il primo posto è ancora azzurro, grazie anche al pareggio dell’Inter col Torino, ma la Juventus ora è distante solo un punto. La lotta per il vertice s’infiamma ulteriormente.