E’ una rivelazione incredibile quella pubblicata oggi dai maggiori quotidiani sportivi nazionali e poi confermata direttamente dal presidente De Laurentiis: al Napoli, circa un mese fa, fu proposto l’ingaggio di Cristiano Ronaldo.

Che l’asso portoghese fosse in uscita dal Real Madrid era nell’aria, lo stesso CR7 fece capire la sua volontà subito dopo la finale di Kiev di Champions League, contro il Liverpool. Di certo, però, non ci si aspettava che anche il Napoli, società in fortissima crescita ma non ancora al livello dei top club europei in quanto a fatturato, potesse farci un pensierino.

La proposta arrivò direttamente da Jorge Mendes, procuratore del 5 volte Pallone d’Oro. E, come rivelato da ADL, il Napoli ci ha pensato seriamente. “Avremmo però rischiato il fallimento”, ha dichiarato De Laurentiis che, stando a quanto scrive la Gazzetta dello Sport, avrebbe comunque tentato di imbastire una trattativa con Mendes utilizzando una serie di “gabbie” e clausole che avrebbero messo al riparo il club dal crac finanziario. Trattativa che sarebbe andata così per le lunghe, Ronaldo ha così preferito chiudere in fretta con la Juventus che ha messo sul piatto i quasi 400 milioni di euro necessari per l’operazione. Al di là di come sia finita, un altro segnale importante di rinascita per il calcio italiano.