Carlo Ancelotti oggi ha tenuto la prima conferenza stampa da allenatore del Napoli ma, come spesso accade, il ruolo di protagonista l’ha assunto il presidente De Laurentiis. Tanti i temi toccati dal numero uno del club partenopeo, a cominciare dall’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus: “Questa mattina ho mandato un tweet di benvenuto, un attimo dopo mi sono adombrato per l’occasione persa. Mi sono battuto per non fare un contratto con Sky per tre anni, ma annuale. Ora riceveremo 900 milioni invece dei 1200 che avremmo potuto avere”.

Il discorso poi si sposta inevitabilmente sul “top player” richiesto a gran voce dai tifosi del Napoli: Cavani? Non c’è nulla, queste sono chiacchiere da bar. A calcio si gioca in undici e finalmente noi ora abbiamo 11 giocatori che sanno il fatto loro. Dobbiamo concentrarci ora sulle cessioni, Carlo mi ha già chiesto di non andare oltre un numero x di calciatori per non creare confusione nella rosa. I tifosi chiedono sempre nomi ma non si è mai vinto nel calcio accontentandoli…”.

Qualche frecciatina non l’ha risparmiata a Sarri: “91 punti? Non fatemi arrabbiare, interessano solo ad alcuni. Certo è che senza alcune situazioni arbitrali avremmo chiuso con 1-2 punti in più della Juve, ma l’uscita delle coppe ha provocato una perdita di 15 milioni di euro per il bilancio…”.