Serata amara per le italiane in Europa League: delle quattro squadre impegnate solo il Milan è riuscito a vincere, con altre tre sconfitte sul groppone che rischiano di pesare tantissimo in ottica ritorno.

Per la verità un k.o. è già decisivo: il Napoli, al San Paolo, schiera qualche titolare ma viene travolto dal Lipsia. 1-3 il finale per i tedeschi, trascinati dalla doppietta di Werner e capaci di ribaltare nella mezz’ora finale il vantaggio siglato da Ounas, al primo gol ufficiale con la maglia azzurra. Il ritorno in Germania sarà una formalità.

Peccato, invece, per l’Atalanta: i bergamaschi rimontano e si fanno rimontare a Dortmund, contro il Borussia. Ilicic, a inizio secondo tempo, con due gol porta in vantaggio gli orobici dopo l’1-0 di Schurrle. Un’altra doppietta, di Batshuayi, regala la vittoria (3-2) ai gialloneri. Al ritorno servirà un’impresa.

Dovrà stare attenta anche la Lazio che, imbottita di riserve, riesce nell’impresa di perdere a Bucarest, contro la Steaua: decide il gol poco prima della mezz’ora di Gnohere.

L’unico sorriso, così, arriva da Razgrad, in Bulgaria, dove il Milan batte nettamente il Ludogorets. Finisce 3-0 per i ragazzi di Gattuso, in vantaggio con un bel colpo di testa di Cutrone e capaci di arrotondare nella ripresa grazie ai gol di Rodriguez e Borini.