Il Milan esce con le ossa rotte dalla finale di Coppa Italia, persa 4-0 contro la Juventus. C’è ovviamente tanta amarezza nel clan rossonero, come testimoniano le parole di Rino Gattuso: “C’è da dire che il 4-0 non rispecchia la nostra prestazione. Per oltre un’ora la Juve non ci ha mai impensierito ed abbiamo sprecato anche un paio di palle gol nitide. Non è tutto da buttar via”.

Gattuso prova poi ad analizzare i motivi che hanno portato alla debacle: “Si sono pagati errori di gioventù e vale anche per me. Mi assumo le mie responsabilità, probabilmente c’era anche troppa pressione. Fa male aver dato questa delusione ai 40mila nostri tifosi che stasera erano all’Olimpico. Adesso bisogna chiudere la stagione con due partite non semplici per conquistare la qualificazione all’Europa League”.

Il discorso non poteva non cadere sulle papere di Donnarumma che hanno condizionato il risultato: “Lo proteggo sempre però è chiaro che ci sono degli errori. Ma si sa che nel calcio questi errori sono dietro l’angolo e che quando si perde è colpa di tutti. Reina? Allenerò i giocatori che avrò a disposizione, la società farà le sue valutazioni. Donnarumma è uno dei portieri più importanti al mondo e ce lo teniamo stretto”.