Gonzalo Higuain è stato ufficialmente presentato come nuovo calciatore del Milan. L’argentino è passato in rossonero in un’estate segnata dall’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus ma per lui non è motivo di rammarico: “No, non sono deluso dalla mancata possibilità di giocare con lui. Sono invece emozionato di essere in un club con questa storia, capace di vincere così tanto in passato. Capisci l’importanza di questi colori solo quando ci sei dentro, mi viene la pelle d’oca a pensarci. Ed è stato un onore sapere che la società vuole che sia io il simbolo del ritorno ai più alti livelli. Proveremo ad andare il più lontano possibile”.

Higuain poi parla della fine del rapporto con la Juventus: “La società ha deciso che era giusto vendermi, lì ho vinto due scudetti e due Coppe Italia e il pubblico mi ha sempre sostenuto. Allegri? E’ stato il mio allenatore, avevamo vedute diverse, ma l’addio non è dipeso da questo aspetto. Sarri e il Chelsea? Ho grande stima per Maurizio, ma al Chelsea mi voleva solo lui, qui mi hanno voluto fortemente tutti. Sono state decisive anche le parole di Leonardo, così come la chiacchierata con Gattuso mi ha spinto a venire qui”.