L’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus innescherà quasi certamente un effetto domino che coinvolgerà diversi club europei. I bianconeri, dopo il cospicuo investimento, saranno costretti a far cassa con la cessione dell’argentino, considerato anche che dal punto di vista tecnico l’ex Napoli rischierebbe di essere un pericoloso doppione di CR7.

Ecco, allora, che nelle ultime ore la pista Chelsea si è nuovamente aperta. In mattinata i “blues” hanno ufficialmente esonerato Conte: è il preludio dell’arrivo di Maurizio Sarri, come anche dal Napoli hanno confermato siamo ai dettagli.

Higuain ha già espresso la sua preferenza, il desiderio di giocare per il suo ex tecnico all’ombra del Vesuvio è fortissimo. Non sarà però semplice chiudere una trattativa che sulla carta non avrebbe particolari ostacoli.

Per cominciare si parte dalla valutazione: la Juventus non è disposta a scendere sotto i 55 milioni di euro, Abramovich a quel punto sarà costretto prima a monetizzare la cessione di Morata, e non sarà semplice. Higuain, inoltre, pretende uno stipendio almeno uguale a quello che percepisce alla Juve (7 milioni di euro netti all’anno) senza contare che punta ad una corposa buonuscita che al momento Marotta non sembra proprio intenzionato a garantirgli. Insomma, l’affare si può fare, ma non è immediato: ci aspettano giorni di trattative serrate…