Non una domenica indimenticabile per l’Inter e per gli oltre settantamila tifosi che hanno occupato gli spalti di San Siro: gli uomini di Spalletti non vanno oltre l’1-1, in rimonta, col Torino e perdono la seconda posizione, a vantaggio della Juventus. Di positivo c’è il mezzo passo falso anche della capolista Napoli, bloccata sullo 0-0 dal Chievo, e il fatto che quindi la vetta resta a due punti.


Dopo un primo tempo equilibrato, con le migliori occasioni capitate a Icardi da una parte e Baselli dall’altra, è il Torino a sbloccare meritatamente il risultato poco dopo l’ora di gioco: bellissimo il sinistro di Iago Falque che lascia di stucco Handanovic. E’ il momento più difficile per l’Inter che rischia di subire anche il secondo gol: prima Obi fallisce un gol già fatto, poi Belotti spreca in contropiede.

I nerazzurri puniscono, allora, gli ospiti: è Eder, a poco più di dieci minuti dal termine, a riportare il punteggio in parità. Nel finale l’Inter va addirittura vicina al gol del 2-1: la traversa clamorosa di Vecino salva Sirigu e il Torino. Per la truppa di Spalletti è il terzo pareggio stagionale, a fronte di nove vittorie: l’imbattibilità è mantenuta, il sogno scudetto può continuare.