Troppa fatica nel finale per portare a casa il risultato, ma nel complesso la vittoria è più che meritata: la prima Italia di Roberto Mancini porta a casa un successo risicato contro l’Arabia Saudita, 2-1. Dopo due pareggi e due sconfitte, con un solo gol all’attivo, tutto fa brodo ed è importante che il nuovo c.t. cominci subito col piede giusto.

Va detto che l’Arabia Saudita, nonostante sia una delle 32 partecipanti al prossimo Mondiale in Russia, è apparsa davvero poca cosa, soprattutto nel primo tempo. Ed è proprio nei primi 45 minuti che l’Italia ha mostrato le cose migliori, grazie anche alla buona intesa tra Balotelli e Insigne.

SuperMario era senza ombra di dubbio la principale “attrazione” della serata e non ha deluso. L’ormai ex centravanti del Nizza è tornato a vestire la maglia azzurra dopo quattro anni ed ha celebrato il ritorno con un bel gol alla mezz’ora: destro secco dalla distanza sul primo palo, gol alla Balotelli.

L’Italia ha poi sfiorato il gol in un altro paio di occasioni, prima del ritorno dell’Arabia Saudita nella ripresa. Il neo-entrato Belotti ha raddoppiato a metà del secondo tempo ribadendo in rete da due passi su una corta respinta del portiere, poco dopo Al Shehri ha accorciato complice anche il clamoroso errore di Zappacosta. Nel finale qualche affanno di troppo ma il 2-1 fa morale. Ora tocca a Francia e Olanda.