Manca praticamente soltanto l’ufficialità, poi Roberto Mancini potrà finalmente realizzare il suo sogno e diventare il commissario tecnico dell’Italia. Dopo aver presentato lo scorso fine settimana le sue dimissioni da allenatore dello Zenit, l’ex tecnico di Inter e Manchester City (tra le altre) è sbarcato oggi a Fiumicino, mostrando subito grande fiducia: “Sono contento di essere tornato in Italia, ora vediamo domani cosa accadrà”.

A rendere il tutto praticamente ufficiale ci ha pensato il commissario straordinario della FIGC, Fabbriccini, intervenuto al premio Beppe Viola: “Stiamo limando gli ultimi dettagli ma si può di certo dire che per Mancini c.t. è ormai fatta. Da parte della Federazione c’è grande soddisfazione così come per l’allenatore. A tal proposito bisogna sottolineare che è stato determinante il suo entusiasmo per il buon esito della trattativa”. 

Insomma, sei mesi dopo il disastro nello spareggio Mondiale con la Svezia e con in mezzo l’interregno Di Biagio durato appena due partite (nemmeno troppo esaltanti) contro Argentina e Inghilterra, l’Italia volta definitivamente pagina. Mancini avrà il compito di risollevare la nazionale dopo la gestione sciagurata di Ventura e comincerà il suo corso il 26 di questo mese, contro l’Arabia Saudita a San Gallo. Nel giro di una settimana, poi, affronterà anche Francia e Olanda.