Prima la sfortunata prestazione contro il Real Madrid, nell’andata dei quarti di Champions League, condita dall’espulsione, poi prestazioni non all’altezza contro Sampdoria e, soprattutto, Crotone. La prestazione di Paulo Dybala in Calabria proprio non è andata giù a Massimiliano Allegri che starebbe meditando una clamorosa esclusione nell’undici di partenza che domenica sera affronterà il Napoli.

Non è il miglior momento in stagione per l’argentino e di certo il calo di rendimento non arriva nel periodo più indicato. Dopo aver inciso poco e nulla in Champions, anche il campionato potrebbe essere messo in pericolo da un’eventuale sconfitta col Napoli. Ed ecco che l’ipotesi di vedere Dybala in panchina contro i partenopei non è poi così peregrina.

L’equivoco di fondo nasce indubbiamente dal modulo: Dybala non rende al massimo nel 4-3-3 che, al contrario, esalta le doti sia dei centrocampisti a disposizione di Allegri (Khedira e Pjanic su tutti) sia degli attaccanti esterni (Douglas Costa, al contrario, sta attraversando un grandissimo momento di forma). Il 4-2-3-1 nel quale l’ex Palermo sembra più a suo agio non garantirebbe la stessa solidità difensiva che, d’altronde, è da sempre il tratto distintivo della Juventus.

Insomma, il toto-formazione è partito: e ad oggi vedere un tridente Douglas Costa-Higuain-Mandzukic con la “joya” in panchina è un’ipotesi possibile…