Napoli chiama, la Juventus risponde: dopo la vittoria dei partenopei a Bergamo, ieri, i bianconeri replicano con un 1-0 allo Stadium contro il Genoa. Non è stata una gran prestazione degli uomini di Allegri, diciamolo subito, sufficiente però a conquistare i tre punti e a riportarsi a -1 in classifica dal Napoli. E’, tra l’altro, la quinta vittoria di fila della Juve.


L’inizio sprint dei padroni di casa lasciava presagire tutt’altra partita: due occasioni nei primi quattro minuti, Khedira e Pjanic sparano alto. Al 16′ arriva il gol partita: Douglas Costa si accentra, vince un contrasto e allarga su Mandzukic. Il croato, come sempre, è precisissimo nell’assist proprio per Costa che anticipa difensore e Perin e infila con una puntata in stile Inzaghi.

Da quel momento i ritmi si abbassano, la Juve non riuscirà più ad alzarli nonostante qualche buona occasione arrivi (su un tiro cross di Lichtsteiner la difesa del Genoa salva in extremis su Higuain). L’argentino, in particolare, prosegue nel suo digiuno da gol che arriva ad oltre 600 minuti.


Nel finale il Genoa prova a spaventare Szcesny, l’ingresso di Lapadula ravviva la manovra offensiva degli uomini di Ballardini ma occasioni vere non ne arrivano. L’1-0 in un freddo lunedì di gennaio può bastare, la rincorsa al settimo scudetto di fila continua.