Si è clamorosamente riaperto, nelle ultime settimane, il dibattito sul futuro di Gigi Buffon. Il record di presenze in Serie A è sfumato per quest’anno, l’idea di non abbandonare la nazionale dopo il disastroso spareggio Mondiale contro la Svezia…il numero uno della Juventus avrebbe più di un motivo che lo stuzzicherebbe ad andare avanti addirittura fino agli Europei del 2020. Quando ormai avrà 42 anni, come Zoff ai Mondiali in Spagna nell’82.


Buffon garantisce ancora un livello degno del suo nome, al netto di qualche incertezza come accaduto in Champions contro il Tottenham. E’ un dato di fatto. Così come è certo che la Juventus si trova di fronte ad una situazione complicata da gestire, tenendo presente anche Szczesny che difficilmente accetterà di giocare titolare part-time per altre due stagioni.

Ha provato a trasmettere tranquillità l’a.d. del club bianconero, Beppe Marotta: “Siamo consapevoli che questa è una fase transitoria, in cui bisogna riflettere bene per poi prendere la decisione giusta. Quello che comunque oggi ci preoccupa di più è il presente e Buffon è parte importante in questa stagione. Ha un grande rapporto col presidente Agnelli, con lui ragioniamo come se fossimo una cosa sola. Non abbiamo preso ancora una decisione ma il futuro va pensato che sia da giocatore, da dirigente o da allenatore”.