Tre vittorie di fila in campionato sembravano aver rimesso la Roma sul giusto cammino. La sconfitta in Ucraina contro lo Shakhtar, però, fa ripiombare i giallorossi in un limbo da cui sarà fondamentale uscire quanto prima. Il 2-1 può essere rimontato all’Olimpico, nella gara di ritorno quando sarà necessario approcciare la gara in modo totalmente diverso rispetto a quanto fatto nel secondo tempo.

Ne è conscio Di Francesco che analizza così la gara: “Ci sono stati 50 minuti con una squadra bella, aggressiva, concentrata. Poi l’esatto contrario. Avrei voluto cambiarne in molti, in squadra ci sono elementi di caratura internazionale eppure ho visto errori elementari. Non so proprio cosa volessero gestire, non voglio neppure pensare che siamo stati presuntuosi in una partita del genere”.

Il tecnico della Roma poi analizza le prestazioni di alcuni singoli: “L’errore di lettura sul primo gol è stato banale ma non può aver condizionato tutta la prestazione. Dzeko? La squadra spesso non ha premiato i suoi movimenti, non ha segnato ma ha servito l’assist a Under. E’ un giocatore fondamentale per noi e tornerà ad aiutarci anche in fase realizzativa, magari già al ritorno. Alisson? Tra i pali ha una presenza incredibile, sta dimostrando di essere un gran portiere”.