Per molti sarebbe potuto rientrare in occasione del derby di sabato scorso, perso poi dalla Lazio 2-1. Felipe Anderson è assente dallo scorso, luglio, quando si infortunò durante l’amichevole col Bayer Leverkusen e, probabilmente, si rivedrà in campo soltanto nel 2018.


Nonostante durante la sosta il brasiliano sia sceso in campo nella partitella col Divino Amore (mostrando, tra l’altro, un’ottima intesa con Nani), qualche giorno prima la sfida con la Roma è arrivato un nuovo stop. La tendinopatia calcifica cronica all’adduttore, in altre parole la pubalgia che lo sta tormentando da mesi, è ormai alle spalle. Ma, come quasi sempre accade in questi casi, la perdita del tono muscolare dovuta alle settimane d’inattività è importante.

Simone Inzaghi avrebbe così deciso di riproporre Felipe Anderson solo nel 2018, in modo da averlo subito al 100%. Niente convocazione col Vitesse, niente partita di Coppa Italia a dicembre (o anche l’altra di Europa League contro lo Zulte Waregem). Il brasiliano è chiamato ora a svolgere un mese e mezzo di “preparazione” per tornare in linea coi compagni e poter dare una mano durante la seconda metà di stagione.