Ciro Immobile continua ad essere il grandissimo protagonista dell’eccezionale avvio di stagione della Lazio. Il bomber campano ha trovato finalmente l’ambiente e lo scenario tattico per vedere esaltate le sue caratteristiche: Immobile è andato a segno anche contro il Benevento (ha realizzato il gol del provvisorio 0-2, oltre a fornire due assist), gol che è servito a riscattare la prova sfortunata di Bologna (dove era stato fermato da ben tre pali).

Col gol realizzato al Vigorito, l’ex Borussia Dortmund è salito a quota 14 nella classifica marcatori, sempre più primo in solitaria. Il primato non riguarda soltanto la nostra Serie A: Immobile si è preso anche la testa della graduatoria provvisoria della Scarpa d’Oro, premio che viene assegnato all’attaccante più prolifico in Europa. Ad ogni campionato viene assegnato un coefficiente (per l’Italia è 2, il massimo riservato ai primi cinque paesi nel Ranking Uefa) che viene poi moltiplicato per il numero di gol.

Immobile guida quindi con 28 punti (14 gol x 2), seguito a 27 da due attaccanti che militano nel campionato estone (27 gol x 1), da Radamel Falcao a quota 26 (13 gol x 2) e Leo Messi che col gol all’Athletic Bilbao è salito a 24 punti (12 x 2). Nella top ten anche Icardi, Dybala e Cavani, fermi a 22 grazie agli 11 gol stagionali messi a segno.