Lesione di primo grado al bicipite femorale della gamba destra: è questa la diagnosi dell’infortunio occorso a Ciro Immobile durante le prime battute di Torino-Lazio. Che l’attaccante della Nazionale non sarebbe stato recuperato per il match con l’Atalanta di domenica prossima era parso subito chiaro: la lesione, però, è meno grave di quanto temuto in un primo momento.

Insomma, Immobile è destinato sì a saltare Atalanta e Crotone (in trasferta), ma potrebbe provare il recupero in extremis per l’ultima giornata di campionato che, chissà, potrebbe essere decisiva per la qualificazione in Champions League.

All’Olimpico, infatti, arriverà l’Inter di Spalletti, al momento dietro di 4 punti: certo, se i biancocelesti dovessero fare bottino pieno con Atalanta e Crotone la conquista di terzo o quarto posto sarebbe matematica.

In ogni caso l’infortunio di Immobile richiederà almeno 15-20 giorni di stop: durante la giornata di giovedì l’ex centravanti di Borussia Dortmund e Siviglia sarà sottoposto a nuovi controlli e sarà così più chiaro se il recupero in vista del 20 maggio sarà possibile.

Immobile è ancora capocannoniere del campionato con 29 reti all’attivo ma a questo punto deve dire definitivamente addio al sogno di riportare in Italia la “Scarpa d’Oro”, considerato che Messi e Salah sono già distanti diversi punti ed avranno più partite per aumentare il divario.