Due fronti ancora aperti per il calciomercato dell’Inter in entrata. I nerazzurri, perso Vidal, hanno ormai riposto tutte le speranze su Luka Modric. Si punta ovviamente ad un profilo di primissimo piano, un acquisto che tecnicamente, nel nostro campionato, varrebbe senza ombra di dubbio quello di Cristiano Ronaldo.

Domani, venerdì, il croato incontrerà il presidente del Real Madrid, Florentino Perez, e ribadirà di voler essere ceduto all’Inter. Quattro Champions negli ultimi cinque anni possono bastare: la ricerca di nuovi stimoli, un quadriennale da 10 milioni di euro netti a stagione e una ricca “pensione” in Cina assicurata da Suning sono argomenti più che validi per giustificare la scelta di Modric.

Il Real Madrid per ora non sembra intenzionato a muoversi di un centimetro: “Modric costa 750 milioni”, questa la presa di posizione di Perez, di qualche giorno fa.

Intanto Ausilio sta per chiudere anche col Monaco per l’acquisto di Keita: l’ex Lazio si trasferirà con la formula del prestito con diritto di riscatto, senza scambio quindi con Candreva. Trovato l’ingaggio col calciatore (triennale da 3.5 milioni di euro a stagione), c’è da limare una piccola differenza col Monaco sul riscatto. I monegaschi vogliono 30 milioni, l’Inter non va oltre i 26: una percentuale su una futura cessione potrebbe sbloccare l’affare.