Roberto Mancini è da un mese e mezzo il nuovo c.t. della nazionale italiana e non si può certo dire che non abbia accettato l’incarico con entusiasmo. Il tecnico è intervenuto nel corso di Balalaika ed ha fatto ancora sfoggio di ottimismo per il futuro prossimo degli azzurri: “La gente mi ferma per strada e mi dice che potevamo tranquillamente fare una bella figura ai Mondiali. Sono d’accordo: per me ad oggi ci è superiore soltanto il Brasile, poi siamo sullo stesso livello di altre nazionali. Però vari motivi hanno portato a questa situazione: è per questo che ora devono remare tutti dalla parte della Nazionale, affinché questo non accada mai più”.

Mancini fa poi il punto su quello che si aspetta nel futuro: “Pensiamo ora agli Europei e a qualificarci in fretta, poi vedremo per i Mondiali in Qatar. Per il futuro punto su quattro nomi: Caldara, Chiesa, Pellegrini e uno tra Meret e Donnarumma. Questa squadra è giovane e forte ho trovato ragazzi che si sono mostrati subito disponibili. De Rossi? Abbiamo bisogno anche di calciatori più esperti. Buffon? Sono certo che risponderà presente se ne avremo bisogno. Balotelli? Mi sono disintossicato per 4 anni, ora posso gestirlo con calma…”.