In un’intervista a Radio Capital, Silvio Berlusconi non ha certo lesinato le critiche verso il Milan e il suo attuale allenatore, Rino Gattuso. L’ex presidente del club rossonero aveva già invitato, qualche settimana fa, il nuovo tecnico a usare un modulo che prevedesse l’utilizzo di due punte, supportate da un trequartista. Ora l’attacco è stato ancora più deciso.


Quando vedo le partite del Milan ho una sensazione di malessere, ho mal di stomaco nel vederlo giocare così, con un modulo sbagliato e inconsulto. Questo è dovuto al fatto che porto sempre la squadra nel mio cuore“, queste le parole dell’ex Presidente del Consiglio che poi ha provato a far chiarezza anche su alcune voci che circolano da qualche giorno.

“Se è vero che voglio ri-comprare il Milan? Non posso illudere nessuno, la scelta che ho preso in passato sebbene molto dolorosa è definitiva. Col tempo ci siamo resi conto che una famiglia soltanto non può competere in questo calcio in cui comandano i petroldollari, almeno per mantenere in modo stabile il club nell’Olimpo del calcio mondiale”, ha replicato così Berlusconi che poi ha chiuso definitivamente la faccenda: “Non sono affatto pentito, è stata una decisione inevitabile presa per il bene della società”.