La situazione al Milan comincia a precipitare. Il 3-0 subito al Bentegodi, dal Verona, nella mattinata di ieri ha evidenziato ancora una volta i limiti caratteriali e tecnici di una squadra forse sopravvalutata ma che sta inanellando figuracce con frequenza preoccupante.


L’esonero di Montella e l’arrivo di Gattuso non ha prodotto alcun effetto, almeno nell’immediato. In campionato, oltre alla debacle contro l’Hellas, è arrivato anche l’incredibile 2-2 a Benevento (unico punto dei campani in questo campionato) e il successo col Bologna. Turno passato in Coppa Italia (battuto proprio il Verona) e altra clamorosa sconfitta in Europa League (anche se col turno già passato) a Rijeka: questo il bottino di Rino nelle coppe.

Tutto ciò ha avuto una conseguenza: la cena di Natale che avrebbe dovuto coinvolgere stasera società, corpo tecnico e squadra (con le rispettive famiglie) è stata annullata. Si è preferito quindi usare il pugno duro e da domani alle 11 la squadra sarà in ritiro a Milanello almeno per cinque giorni, fino a sabato quando il Milan giocherà con l’Atalanta. Probabile, inoltre, che con in mezzo la parentesi natalizia, i giocatori si ritroveranno già il 26 dicembre per preparare al meglio il derby di Coppa Italia, in programma il 27, contro l’Inter.