Si è svolto oggi l’incontro, il terzo, tra il Milan e una commissione UEFA per discutere del settlement agreement e della situazione delle finanze del club rossonero in relazione al Fair Play Finanziario.

Al termine dell’incontro, Marco Fassone – a.d. del Milan – ha rilasciato alcune dichiarazioni che rendono bene l’idea su quello che potrebbe accadere nei prossimi mesi: “E’ inevitabile che ci siano sanzioni, ma speriamo che non siano così pesanti. C’è da sottolineare che è evidente come la passata dirigenza non abbia rispettato i criteri del FFP, andando oltre il break-even, nelle precedenti tre stagioni. Ma il nuovo corso si sta dimostrando particolarmente attento alla gestione finanziaria ed è per questo motivo che ci aspettiamo che le sanzioni siano sostenibili e che non vadano a tarpare le ali di questo processo di crescita”.

Fassone poi parla di calciomercato: “Non ho la sensazione che il mercato possa essere condizionato. Cessioni obbligate di Donnarumma e Suso? Vedremo, c’è da valutare la proposta che la commissione UEFA ci inoltrerà e noi agiremo di conseguenza. Io non sono obbligato a vendere nessuno poi se il direttore Mirabelli riterrà opportuno di dover effettuare delle cessioni per finanziare nuovi acquisti, valuteremo. Non sarà lo stesso mercato dello scorso anno, abbiamo bisogno di 2-3 tasselli per rinforzare i ruoli dove siamo migliorabili”.