Il 4-0 a Ferrara, contro la Spal, è l’ennesima conferma che la cura Gattuso sta funzionando per il Milan. 13 punti nelle ultime cinque partite, sesto posto agguantato provvisoriamente e -7 dal quarto posto che significherebbe Champions League. Per il momento è un traguardo ancora lontano, ma la stagione è ancora sufficientemente lunga per tentare il recupero.

Gattuso lo sa ma vola comunque basso: “Questo risultato è anche un po’ bugiardo, dopo l’1-0 abbiamo sofferto ma d’altronde sapevamo che la Spal ci avrebbe creato problemi. Insomma, non è stato così semplice e il 4-0 non può cancellare di colpo tutti i nostri problemi: in particolare dobbiamo migliorare alcuni automatismi”.

Il tecnico rossonero, ovviamente, è comunque fiducioso: “La mia richiesta ai ragazzi è quella di credere sempre nelle loro possibilità. Abbiamo giocatori giovani e forti, devono capire che il lavoro paga col tempo e non mi riferisco soltanto agli allenamenti. Sono in un grande club e abbiamo la fortuna di avere la società sempre accanto”.

L’uomo del giorno è Patrick Cutrone, autore di una doppietta e arrivato a quota 12 reti in stagione (contando tutte le competizioni): “Ricorda Inzaghi e Massaro che erano letali negli ultimi 16 metri. E’ un ragazzo che ci mette tanta voglia, deve migliorare soprattutto nel gioco palla a terra con la squadra”.