Dopo il licenziamento di Marco Fassone, il Milan presto prescinderà anche dell’altro “volto” della disastrosa gestione cinese: ci riferiamo ovviamente al d.s. Massimiliano Mirabelli, il cui allontanamento è previsto a strettissimo giro di posta.

Al posto di Mirabelli sono ad oggi due le opzioni più chiacchierate: Sean Sogliano (Bari) e il direttore sportivo del Napoli, Cristiano Giuntoli. Va da sé che per quest’ultimo la trattativa è molto più complicata, anche se non è da escludere un suo arrivo a medio termine.

In quel caso, almeno ad interim, il mercato sarà gestito direttamente dal nuovo responsabile dell’area tecnica, Leonardo. Il brasiliano, deciso comunque a piazzare un colpo da copertina appena sarà ufficiale il suo arrivo (si parla con insistenza di Higuain), ha già sentito Gattuso e sembrerebbe aver dato fiducia al tecnico, col quale non è mancato qualche screzio in passato. Intanto in orbita Primavera dovrebbe rientrare Filippo Galli, anche se ci sarebbe poi da capire il futuro di Beretta, in carica dal primo luglio come responsabile del settore giovanile.

L’altra grande novità dei prossimi giorni riguarderà l’attesissimo ritorno al Milan di Paolo Maldini: l’ex capitano dei rossoneri sarà accontentato ed avrà finalmente una carica di assoluto prestigio ma comunque non solo “simbolica”. Sarà vice-presidente operativo con supervisione di tutta l’area tecnica.