La rivincita è arrivata, stavolta Toronto non si è fatta scappare l’occasione e ha battuto i Seattle Sounders nella finale di MLS. Proprio come dodici mesi fa, le due squadre si sono ritrovate faccia a faccia al BMO Field della città canadese a contendersi il titolo della lega statunitense; se nel 2016 l’avevano spuntata Lodeiro e compagni ai calci di rigore, stavolta sono stati sufficienti 90 minuti per decidere il campione della MLS.

2-0 il finale a favore di Toronto che ha mostrato sul campo tutta la differenza che era emersa già nel corso della regular season, chiusa con ben 16 punti in più rispetto ai rivali di questa sera. Toronto, tra l’altro, chiude il filotto di tre trofei in stagione dopo aver portato a casa anche il titolo canadese e quello della Eastern Conference.

La partita è stata una sorta di tiro al bersaglio verso il portiere dei Sounders, Frei, capace di compiere una decina d’interventi degni di nota. Giovinco e Vazquez hanno imperversato alle spalle del gigante Altidore. Proprio la “formica atomica”, al 67′, ha servito un assist perfetto per il centravanti ex Az Alkmaar: meritatissimo l’1-0. I Sounders, trascinati da Lodeiro e Dempsey, hanno provato una reazione confusa, Bradley ha comandato alla grande la mediana, riuscendo a proteggere la linea difensiva al meglio. In pieno recupero il 2-0 definitivo: comodo il tap-in di Vazquez dopo il palo di Cooper. Toronto e Giovinco fanno la storia.