Soddisfatto a metà Maurizio Sarri dopo la vittoria del suo Napoli, la nona consecutiva (record assoluto nella storia del club partenopeo), contro la Spal. L’1-0 finale non rispecchia il chiaro dominio avuto dai padroni di casa in campo, né il numero di occasioni sprecate da Hamsik e compagni. Eppure la partita è rimasta in bilico fino all’ultimo.


Sarri lo sa e non lo nasconde: “Questa partita mi ricordava quella dello scorso anno col Sassuolo, quando loro tirarono una sola volta e finirono per pareggiare. Nel complesso è stata una buona prestazione, con un livello di gioco di certo alto. Peccato non aver continuato a giocare con la stessa cattiveria dei primi 20 minuti, sono partite da chiudere”.

Il tecnico insiste poi nella mentalità dei suoi ragazzi: “Il dominio in campo è stato così schiacciante che abbiamo perso il senso del pericolo. Per fortuna la fase difensiva è stata perfetta. L’Europa League? Non sapevo delle polemiche, di certo non abbiamo snobbato la competizione. E’ comunque vero che questa squadra non riesce a mettere in altre competizioni la stessa intensità e avere le stesse motivazioni del campionato. Lo scudetto si deciderà all’ultima giornata? Lo spero, e spero di arrivarci anche con questa classifica”.