Per Gigi Di Biagio quella di domani, contro l’Inghilterra, sarà la seconda partita alla guida dell’Italia. Per molti anche l’ultima. Sul c.t. ad interim sono piovute critiche per certi versi anche eccessive dopo la sconfitta di venerdì sera contro l’Argentina, in generale è palese che il nostro calcio – almeno a livello di selezione maggiore – sia in uno dei punti più bassi della sua storia.

Di Biagio prova comunque a mantenere la calma, concentrandosi sull’impegno di domani: “Contro l’Argentina sarei stato dispiaciuto se la partita fosse terminata 0-0, alla fine abbiamo anche perso. C’è stata una bella reazione nella ripresa, abbiamo sprecato palle gol importanti eppure sui giornali ho letto che non abbiamo mai tirato in porta. Sono state critiche ingiuste, questo è l’unico aspetto che mi è dispiaciuto in questi giorni”.

Di Biagio poi parla del futuro: “Farò quello che mi diranno di fare, ho sentito i complimenti di Costacurta, mi hanno fatto piacere ma nulla più. Ora voglio che la squadra migliori, c’è bisogno di progredire ma sono convinto che è stato intrapreso il cammino giusto. Rispetto all’undici scelto contro l’Argentina, domani ci saranno 4-5 cambi ma ancora non ho scelto la formazione. Il portiere titolare? Giocherà Donnarumma anche se in questi giorni Perin mi ha messo in grossa difficoltà”.