Una trattativa che sembrava impossibile fino a dieci giorni fa si è concretizzata alle 17.32 di oggi 10 luglio: la Juventus ha ufficializzato l’acquisto di Cristiano Ronaldo dal Real Madrid. I bianconeri pagheranno 112 milioni di euro per l’asso portoghese, chiudendo quindi un acquisto semplicemente storico, probabilmente il più importante nella storia della Serie A assieme a quelli di Maradona e l’altro Ronaldo, da parte di Napoli e Inter.

Questa mattina Andrea Agnelli si è recato in Grecia, dove ha incontrato Cristiano Ronaldo che sta passando lì le vacanze: il presidente della Juventus ha in pratica dato il benvenuto al cinque volte Pallone d’Oro che, a 33 anni, è ancora tra i calciatori più forti al mondo.

CR7 è considerato uno degli attaccanti più forti di ogni epoca: chiude i suoi nove anni al Real Madrid con l’impressionante ruolino di 451 gol ufficiali in 438 partite e ha legato il suo nome a 4 Champions League del club spagnolo (alle quali si aggiunge quella vinta col Manchester United), le ultime tre consecutive.

La Juventus pagherà 30 milioni netti d’ingaggio al giocatore, per le prossime quattro stagioni. Un investimento, dunque, che in totale sfiorerà i 400 milioni di euro considerata la tassazione italiana. Ma di fronte ad un colpo del genere, tutto passa in secondo piano.