Si apre con l’anticipo tra Crotone e Napoli l’ultima giornata del girone d’andata di Serie A, insolitamente programmata il 29 e 30 dicembre. Di scena è così la capolista del campionato, il Napoli di Maurizio Sarri, capace di conquistare fino ad oggi 96 punti nell’anno solare e di restare imbattuto in trasferta (17 vittorie e due pareggi).

Gli azzurri chiuderanno il 2017 proprio lontano dal San Paolo: saranno di scena allo Scidda di Crotone, dove i padroni di casa, con Zenga in panchina, proveranno a ottenere un risultato di prestigio che possa trascinarli fuori dalla zona retrocessione.

Sarri vede il titolo di campione d’inverno (pleonastico, ma per lui sarebbe un bis), e non rischierà granché nella scelta dell’undici iniziale. Sono due, in pratica, i dubbi che hanno accompagnato la vigilia. Il primo è relativo al regista di centrocampo: Jorginho sta probabilmente tirando il fiato, la scorsa settimana è stato sostituito a metà ripresa da Diawara, contro la Sampdoria. Il giovane ex Bologna potrebbe essere la sorpresa principale tra i titolari.

L’altra novità potrebbe arrivare dal reparto arretrato dove la gestione oculata di Albiol in questa prima parte di stagione potrebbe proseguire, con Chiriches che ne prenderebbe il posto. Da segnalare anche l’impiego di Maggio dal primo minuto, con Hysaj a sinistra vista la squalifica di Rui. Per il resto titolarissimi confermati, con Allan e Hamsik a centrocampo e tridente composto da Callejon, Mertens e Insigne.