Appuntamento con la storia per la Roma che ad Anfield, ospite del Liverpool, gioca la semifinale d’andata della Champions League. Si tratta di una delle sfide più sorprendenti che si potevano immaginare a inizio stagione, soprattutto a questo punto della competizione, ma entrambe ci arrivano con pieno merito e dopo aver eliminato due grandi favorite per la vittoria finale, il Manchester City e il Barcellona.

Proprio la sfida coi blaugrana è stata una sorta di consacrazione per Di Francesco che è riuscito a sorprendere i catalani cambiando modulo. Il 3-4-2-1 con cui la Roma schiantò il Barça potrebbe essere riproposto anche in Inghilterra, anche se con una differenza sostanziale.

Il vero dubbio della vigilia, infatti, riguarda il secondo “trequartista” che affiancherà Nainggolan per appoggiare Edin Dzeko, temutissimo da Klopp e dalla difesa dei padroni di casa. Fino a qualche giorno fa era favorito Schick, gran protagonista del già citato 3-0 col Barcellona, nelle ultime ore sembra prendere piede l’ipotesi Under. Il turco, d’altronde, è autore di una grandissima seconda parte di stagione e sembra aver recuperato la forma migliore dopo qualche problemino fisico accusato nelle ultime settimane. Juan Jesus e Kolarov, a sinistra, saranno chiamati a contenere Salah, la linea di difesa a tre sarà completata da Fazio e Manolas,. A centrocampo confermati Florenzi a destra e De Rossi più Strootman in mezzo.