Cominciano gli ottavi di finale di Europa League e, come facilmente immaginabile, gli occhi di tutti gli appassionati sono su una sfida di grande fascino. Si trovano di fronte Milan e Arsenal, due squadre abituate a calcare i palcoscenici della Champions e che ora si giocano un posto tra le prime otto nella competizione meno “glamour”.


Gattuso ha le idee chiarissime su come affrontare la partita (calcio d’inizio alle 19, si gioca a San Siro): spazio agli undici “titolarissimi” che sono stati protagonisti della gran rimonta in campionato e che avrebbero giocato anche domenica sera con l’Inter.

Davanti a Donnarumma, quindi, linea a quattro composta da Calabria, Bonucci, Romagnoli e Rodriguez. Il centrocampo a tre sarà diretto in regia da Lucas Biglia, con Bonaventura e Kessie fedeli scudieri. In attacco, invece, spazio ancora una volta al giovane Cutrone, con Kalinic che dovrà accontentarsi della panchina. Ai lati del centravanti ci saranno Suso e Calhanoglu.


Wenger è senza Lacazette e Aubameyang (non può giocare in Europa League) e, quindi, si affiderà a Welbeck unica punta. L’ex Manchester United sarà supportato da Ozil e Mkhitaryan. In difesa spiccano le assenza dei due spagnoli, Bellerin e Monreal, spazio a Chambers e Kolasinac sui lati.