Il pareggio di Torino ha mandato definitivamente in soffitta i sogni legati ad una qualificazione in Champions, ora il Milan affronta le ultime cinque partite di campionato cercando di difendere la sesta posizione e di conquistare così l’accesso alla prossima Europa League.

I rossoneri hanno un’occasione imperdibile a San Siro, dove sabato sera sarà di scena il Benevento, di fatto già retrocesso. I campani come al solito onoreranno l’impegno ed è per questo motivo che Gattuso cercherà di limitare al massimo i cambi nell’undici titolare.

Per il momento sono certe tre assenze: oltre a quella del lungodegente Conti, è confermato il forfait anche di Romagnoli (al suo posto Zapata ancora favorito su Musacchio per affiancare Bonucci al centro della difesa), mentre darà forfait anche Calhanoglu.

L’ex Bayer Leverkusen sarà così sostituito da Borini nel tridente d’attacco che potrebbe vedere, per la terza partita di fila, ancora Kalinic titolare al centro. Il croato continua nel suo difficile rapporto col gol in questa stagione ma evidentemente Gattuso è determinato a recuperare un calciatore di assoluto valore.

A centrocampo persiste il dubbio legato alle condizioni di Biglia, non al meglio: non dovesse farcela, è pronto Montolivo. Pochi dubbi su Kessie e Bonaventura, quest’ultimo reduce dal gran gol di Torino.