Dopo il 3-1 dell’andata al Bernabeu, il Real Madrid si conferma superiore al PSG battendo i francesi anche al Parco dei Principi. E’ finita 2-1 per i bi-campioni d’Europa in carica che, nonostante gli stenti n campionato, con questo passaggio ai quarti di finale si propongono alla grande per un clamoroso tris in Champions League.


Zidane si prende anche gli elogi della stampa per una prestazione impeccabile dai suoi, padroni del campo sin dal primo minuto; prestazione figlia anche di alcune scelte forti, come le esclusioni dei vari Kroos, Modric, Bale e Isco a favore di Lucas Vazquez, Kovacic o Asensio.

Il PSG, penalizzato dalla serataccia di Verratti (espulso all’ora di gioco col risultato sullo 0-1) e dall’assenza di Neymar, ha potuto davvero poco.


Due le occasioni per gli ospiti nel primo tempo, bravo Areola sia su Ramos che nell’uno contro uno con Benzema. Il giovane portiere francese non può nulla quando, ad inizio del secondo tempo, Cristiano Ronaldo (sempre a segno nelle partite di questa Champions) schiaccia di testa da due passi su cross al bacio di Vazquez.

Cavani pareggia fortunosamente a un quarto d’ora dalla fine, Asensio e Lucas Vazquez colpiscono un palo mentre è di Casemiro il meritato gol (grazie anche ad una deviazione) nel finale. Assieme al Real Madrid si qualifica per i quarti anche il Liverpool, dopo lo 0-0 ad Anfield contro il Porto (0-5 all’andata).