C’è ovviamente grandissimo entusiasmo in casa Roma dopo la strepitosa vittoria contro il Barcellona (3-0) che ha ribaltato il 4-1 subito all’andata e promosso i giallorossi alle semifinali di Champions League.

Eusebio Di Francesco si gode il momento ma cerca di tenere altissima la concentrazione in questo finale di stagione: “E’ giusto che i ragazzi festeggino, ci hanno sempre creduto e lo hanno dimostrato in campo. Per quanto mi riguarda sono contento che l’Italia abbia finalmente una squadra europea e noi lo siamo stati sotto tutti i punti di vista”.

Il tecnico della Roma prosegue: “Ora però non dobbiamo fermarci, domenica abbiamo già il derby e non possiamo mollare proprio adesso. Anche in Champions League non mi va già il discorso “come va, va…”. Siamo in semifinale, il nostro obiettivo ora è quello di andare a Kiev. Perché mai non dovremmo crederci?”.

Il discorso poi si sposta sul piano tattico e sui singoli: “Il 3-5-2 si è rivelato una scelta azzeccata, mi prendo con piacere i complimenti dopo aver subito brutte parole dopo le sconfitte. Schick ha giocato un’ottima partita, dal punto di vista tattico è stato perfetto e l’ha aiutato parecchio giocare più accentrato. Quello che più ha contato, però, è stata la mentalità vincente che ci ha permesso di ottenere questa vittoria”.