Deve masticare amaro, ancora una volta, Eusebio Di Francesco dopo la sconfitta (la terza nelle ultime sei di campionato, con tre pareggi all’attivo) della sua Roma contro la Sampdoria. All’Olimpico non è bastato un rigore a favore, sbagliato da Florenzi, numerose occasioni sprecate nella ripresa (almeno un paio da Dzeko), e una nuova prestazione superlativa di Alisson: nel finale ha deciso Zapata e i fischi dei tifosi giallorossi sono stati assordanti.

Ovviamente amareggiato il tecnico della Roma, che davanti ai microfoni ha provato a dare diverse spiegazioni a questo momento decisamente negativo: “Le difficoltà a segnare sono evidenti, forse dobbiamo recuperare un po’ di spensieratezza e di coraggio nell’affrontare certe situazioni. Nel secondo tempo abbiamo creato davvero tanto, senza dimenticare il rigore sbagliato da Florenzi prima dell’intervallo; la Samp ci ha puniti alla loro prima azione offensiva nella ripresa”. 

Al di là dei tanti episodi sfortunati, Di Francesco non nasconde però l’approccio sbagliato alla gara: “I primi 25 minuti sono stati pessimi, non siamo nemmeno entrati in partita. Poi ho provato ad invertire gli esterni e qualcosa di interessante si è visto. Le voci di mercato condizionano Dzeko? Vista la prima mezz’ora allora dovrei dire che l’intera squadra è sul mercato…”.